Il Petruzzelli: Prestigio, Passione, Orgoglio per la città di Bari e per i Baresi

Pubblicato il 09/10/2014
 Nino, mio fratello più grande - dieci anni più di me, io ne avevo sei di anni, nel 1930 - tenendomi per mano, venendo su da via Carulli, svoltò verso Corso Cavour dicendomi: «...passiamo davanti al Petruzzelli, vediamo cosa danno stasera...». Davano Il Trovatore di Verdi: Sull’angolo, davanti alla biglietteria, ci mettemmo in fila. C’era parecchia gente... «Se non dici niente a mammà stasera ti porto a Teatro... ». Venne il nostro turno. «...due piccionaia, uno ridotto», indicando me.
Nel tardo pomeriggio infilammo le scale che portavano in piccionaia. Non finivano mai e le gambe cominciavano a farmi male. Ero fuori dall’influenza da un paio di settimane ed ero ancora un po’ deboluccio. Finalmente arrivammo. Si aprì un mondo meraviglioso. Era uno sfavillìo di luci, ori e di colori. I palchi sotto di noi e la platea erano gremiti. Signore in décolleté …e uomini in scuro; poi le luci si abbassavano ed il brusio cessava mentre l’orchestra iniziava. Ero stordito e non riuscivo a seguire e tantomeno a capire i contenuti dell’Opera. Ricordo solo – mi è rimasto impresso - sul palcoscenico un piccolo, finto falò con delle lucette sfavillanti ed il tenore che, con voce possente, una mano sul cuore e l’altra puntata verso l’alto, cantava  «...di quella pira l’orrendo fuoco...».
 
A questo pensavo quando, nel tardo autunno del 1942, mi trovai a passare davanti al Petruzzelli. Porte, vetrate, finestroni, con alcuni sacchi di sabbia qua e là, contro i muri ed i portali.
C’era la guerra e l’oscuramento; la sera buio pesto: si camminava a tentoni. Poi cadde il fascismo: era durato vent’anni. Poi finì la guerra: era durata tre anni (per noi, al Sud...). Poi Bari fu occupata dagli Alleati e arrivarono gli Americani. Vi stabilirono la Base Operativa per lo Scacchiere Adriatico, A.B.C. (Adriatic Base Command). Il Petruzzelli ritornò a vivere, ma non per i Baresi. Gli Alleati lo avevano requisito. Ma per i Baresi, per il momento, bastava che le luci sfavillassero nuovamente e che fosse tornato a vivere. Come, del resto, tornavano a vivere la Città ed i Baresi stessi: la prima sconquassata ed i secondi incavolati ed affamati, più affamati che incavolati.
 
Ad onor del vero, non che la Lirica ed il suo tempio - il Petruzzelli - e la loro preclusione temporanea si facessero sentire e pesassero ai Baresi. C’era tanta fame arretrata a cui pensare e molte, tante ferite da leccare. Restava comunque sempre vivo l’orgoglio della Città per il Petruzzelli, che tornava a vivere nel suo splendore, anche se ad uso esclusivo dei vincitori che, ed essere onesti, facevano del loro meglio per adeguarsi alla sua magnitudine e maestà. Per tutta la durata dell’occupazione alleata, al Petruzzelli, non furono mai rappresentate Opere Liriche. Il teatro era controllato dal U.S.O. Show che, evidentemente, non aveva dimestichezza con la Lirica; tutt’al più riteneva di potersi cimentare con il mondo dell’operetta. Infatti, occasionalmente, approdarono musicals famosi come Pygmalion, Oklahoma, South Pacific e - che io ricordi - Balletti Classici, Vaudevilles e via discorrendo. A diversi di questi ebbi la fortuna di assistervi, in “barcaccia”, poiché a quel tempo lavoravo per gli Alleati. Conoscevo la lingua inglese.
 
Gradatamente, poi - gli Inglesi un p’ prima, gli Americani più lentamente - cominciarono a sbaraccare. Tornavano a casa loro, ma si sentiva che lasciavano Bari piuttosto a malincuore. Il Petruzzelli fu derequisito ed io partii per Trieste, con la mia Zina.
_________________________
*Con lo sbarco americano a Bari nel 1943, grazie alla sua intraprendenza e all’inglese imparato da film e canzoni, non senza sospetti da parte delle autorità fasciste, diventa Interprete Tecnico e di Collegamento presso l’Adriatic Base Command e, in seguito, Managerial Staff dell’Inglese Ensa Hostel della Navy Army Air Force Institution. Lavorando presso l’UNRRA di Bari conosce Zina, che diventerà sua moglie, e con cui si trasferisce a Trieste dove vive tuttora.


Nessun dato da visualizzare